Corte di Cassazione -Sezioni Unite -Sentenza n. 25442 del 29/08/202 Fallimento e procedure concorsuali Insinuazione al passivo di credito per prestazione d’opera professionale – Eccezione di prescrizione presuntiva formulata dal curatore – Deferimento a quest’ultimo del giuramento decisorio sull’avvenuto pagamento – Dichiarazione del curatore di nulla sapere al riguardo – Conseguenze.

Le Sezioni Unite Civili – decidendo su questione oggetto di contrasto giurisprudenziale – hanno affermato il seguente principio:

«In tema di accertamento del passivo fallimentare, qualora, in sede di controversia insorta per il rigetto della ammissione di un credito, maturato in forza di un rapporto riconducibile alla previsione dell’art. 2956, primo comma, n. 2, c.c., sia eccepita dal curatore la prescrizione presuntiva del credito e il creditore deferisca giuramento decisorio, la dichiarazione del curatore di non sapere se il pagamento sia avvenuto o meno produce gli effetti del mancato giuramento».

Presidente: A. Amendola

Relatore: F. Federici

scarica pdf25442_08_2023_civ_no-index (225 Kb)

Si continui a leggere in

FONTE

https://www.cortedicassazione.it/

 

(7)