Il Saggiatore di Galileo a 400 anni dalla sua pubblicazione Data: 23-10-2023 / 25-10-2023 Luogo: Roma – Palazzo Corsini – Via della Lungara 10

IL SAGGIATORE DI GALILEO A 400 ANNI DALLA SUA
PUBBLICAZIONE
23-25 OTTOBRE 2023
Comitato ordinatore: Roberto ANTONELLI (Presidente dell’Accademia Nazionale dei Lincei), Lina BOLZONI
(Lincea, Scuola Normale Superiore di Pisa), Massimo BUCCIANTINI (Università di Siena), Michele
CAMEROTA (Università di Cagliari), Filippo CAMEROTA (Museo Galileo), Paolo GALLUZZI (Linceo, Museo
Galileo), Franco GIUDICE (Università Cattolica di Milano), Annibale MOTTANA (Linceo, Università Roma
Tre), Adriano PROSPERI (Linceo, Scuola Normale Superiore di Pisa)
PROGRAMMA
Sotto l’insegna della lince accademica vedeva la luce nel 1623 una delle opere galileiane più significative.
Dedicato al Viceprincipe dei Lincei, Virginio Cesarini, ed offerto come dono augurale all’appena eletto
nuovo Pontefice Urbano VIII, Il Saggiatore segnava l’intervento diretto dello scienziato toscano nelle vivaci
polemiche sull’interpretazione delle comete che avevano solcato i cieli d’Europa tra fine 1618 e inizio 1619.
Concepita come pungente risposta alla Libra astronomica (1619) del gesuita Orazio Grassi, il quale,
seguendo Tycho Brahe, aveva interpretato i recenti fenomeni cometari come conferma della struttura
geocentrica dell’universo, l’opera galileiana contestava le conclusioni del matematico del Collegio
Romano. Coglieva inoltre l’occasione per confutare, in pagine destinate a rimanere memorabili, i
fondamenti della filosofia scolastica sui quali poggiavano le argomentazioni del gesuita, ai quali
contrappose la propria concezione di una natura organizzata sulla base di rigorosi princìpi matematici
che non ammettono eccezioni.
Il convegno, frutto della collaborazione tra l’Accademia Nazionale dei Lincei e il Museo Galileo, si
propone di tornare su quelle discussioni epocali privilegiando il contesto nel quale si svolsero e fermando
l’attenzione sul ruolo recitatovi da Federico Cesi e dai soci della Prima Accademia dei Lincei nel momento
della sua massima influenza.

SI CONTINUI A LEGGERE IN

FONTE

https://www.lincei.it/

 

(0)